Blog

 

Quanti biglietti da visita hai nel cassetto della tua scrivania? Quanti di essi sono rimasti semplici rettangoli di carta? Quanti invece si sono trasformati in relazioni significative?

 

Come dicevamo nella Pillola di ASAP di Martedì -Lo sviluppo del business- oggi si può fare business ovunque e con chiunque! Sempre più spesso, infatti, le relazioni commerciali nascono via social o partecipando ad eventi (per poi condividerlo anche sui social). In altre parole, c'è un debole per incontrare un sacco di gente,  avere un gran numero di follower su Twitter, collegamenti su LinkedIn e amici su Facebook!

E allora come mai, nonostante le conferenze, gli happy hour, gli inviti su linkedin per prendere un caffe, spesso non arriva il tanto atteso contatto che possa far progredire la tua attività/i tuoi obiettivi professionali?

 

"Think Different

Come dicevamo nella Pillola di ASAP di Martedì sul “Golden Circle”, per fare la differenza sul mercato non è sufficiente dire ciò che facciamo e cosa ci differenzia dagli altri, ma dobbiamo essere in grado di veicolare il “perché” facciamo quel che facciamo!

 

E quand’è che siamo in grado di comunicare in maniera efficace?

Ricollocarsi - Le Pillole di ASAP - ASAP Italia

 

Prendere una pausa, dopo la conclusione di un rapporto di lavoro, può anche avere dei risvolti poco piacevoli... una volta rientrati, nel bene o nel male, bisognerà fare i conti con la realtà e ponderare bene ogni decisione!

.

E il nostro Mario? Avrà cercato una nuova realtà o si sarà buttato in una nuova avventura?

 

"You don't know where you're going, any road will get you there

Come dicevamo nella Pillola di ASAP di Martedì -Il Business Plan- per avviare con successo un progetto è necessario prima “mettere giù” un piano dettagliato dello stesso, una sorta di “Road map” che racchiuda obiettivi, strategie e azioni.

 

Ma quanto è difficile, poi, nell’implementazione del piano, mantenere il focus sull’obiettivo, senza perdersi in una marea di azioni spesso infruttuose? Abbiamo sempre ben chiara la differenza che c’è tra obiettivi e azioni?

Golden Circle - Le Pillole di ASAP - ASAP Italia

 

"Io vendo pesciolini rossi"! Il nostro Mario è partito in quinta con la sua attività imprenditoriale, puntando tutto sul suo prodotto... "bello ed economico"!

 

Ma sarà sufficiente avere prodotti validi per avere successo?

 

"Chiusa una porta, si apre un portone?

Rimettersi in gioco in un nuovo ambiente, tessendo nuove relazioni e dovendo dimostrare ex novo la propria professionalità -anche nel caso di una scelta “voluta”, come quella delle dimissioni- può spaventare! Figuriamoci poi se il rimettersi in discussione è una scelta “subita” (per un licenziamento) che magari ha creato in noi pure un atteggiamento negativo (sconforto, delusione, rassegnazione, etc). Il nostro Mario, nella pillola di ASAP di martedì su “La pausa di riflessione”, ha deciso di rimandare tutto ciò al suo rientro da Cuba… ecco, purtroppo, questo -nella vita reale- non sempre è fattibile!

 

Come possiamo quindi gestire al meglio questa fase di stallo?

Business plan - Le Pillole di ASAP - ASAP Italia

 

"Mario ormai è convinto di avere tutte le carte in regola per farcela: MISSION CHIARA (Regalare un sorriso) + PRODOTTO VALIDO (Pesciolini rossi belli ed economici) = SUCCESSO ASSICURATO!"

 

E allora come mai molte aziende, nonostante siano in possesso di questi "requisiti", falliscono? Cos'altro è necessario fare prima di lanciarsi in una nuova avventura imprenditoriale?

 

"Iniziare un nuovo cammino spaventa. Ma dopo ogni passo che percorriamo ci rendiamo conto di come sarebbe stato pericoloso rimanere fermi

Una volta “aperti gli occhi” su ciò che sappiamo fare e su ciò che siamo più propensi a fare potremmo trovarci di fronte a un’altra sfida… la paura dell’ignoto e, quindi, di fallire!

 

Come fare?

Uscire dall'azienda - Le Pillole di ASAP - ASAP Italia

 

Conclusosi un rapporto di lavoro, c’è chi ha bisogno di ricominciare, c'è chi non vede l'ora di ricominciare e chi si prende una pausa per staccare la spina, etc.

 

E Mario, in seguito alle sue dimissioni/al suo licenziamento, che scelta avrà fatto?