ownership della qualità - ownership estrema - ASAP  Italia

 

Il miglioramento continuo, basato sul noto metodo Kaizen o sull’approccio Lean, è una buona strategia e per giunta low-cost, per aumentare la produttività in azienda e ottenere elevati standard di qualità.

Ma è ancora applicabile al mondo odierno, fatto di smartworking, remote working, lavoro agile, home working, etc.?

Fino ad adesso i manuali classici ci proponevano un modello dove solo coloro ai vertici della gerarchia sono chiamati a focalizzarsi principalmente sul miglioramento; mentre, compito degli “operativi” quello di occuparsi prevalentemente di mantenimento e applicazione precisa delle procedure esistenti.

Ownership della qualità crisis management asap italia 1

Oggi, invece, compito del management quello di responsabilizzare tutti a contribuire, in primo luogo, al mantenimento di ciò che funzionale e, in secondo luogo, al suo miglioramento.

Ownership della qualità crisis management asap italia 2

Partiamo proprio dal mantenimento: lo smart working ha avuto in alcuni casi un effetto di incremento delle performance perché le persone hanno meno distrazioni e interruzioni rispetto all’ufficio, spesso lavorano più a lungo perché “il tempo lavoro” è diventato più fluido etc. Tuttavia, è rilevante considerare che questo effetto tenderà a scemare nel tempo a meno che vengano apportati interventi di miglioramento continuo (p.e. una continua comunicazione scarna porta con sé un alto rischio di perdita di efficienza).

Noi manager dobbiamo chiederci cos’è che rende così indaffarati i collaboratori e chiedere loro di darci visibilità dei problemi che -quando siamo tutti distanti- sfuggono facilmente ai nostri occhi.

Avere ownership del miglioramento significa porsi tutti costantemente domande quali:

  • Quanto tempo ci mettiamo per cercare file e documenti? (Look less)
  • Quanto velocemente e facilmente reperiamo le informazioni e gli aggiornamenti? (Search less)
  • Dove sono i colli di bottiglia e i blocchi che arrestano i processi? (Block less)
  • Quali sono le cause che fanno compiere errori di distrazione? (Careless mistake-less)

Nella filosofia giapponese applicare il metodo kaizen, significa fare “pulizia”, rimuovendo prima il disordine, poi il superfluo.

Tenere in ordine gli spazi domestici è il primo passo per una terapia comportamentale che dà alla mente la disciplina necessaria per ottimizzare anche il lavoro. Ecco perché questo metodo è quanto mai attuale e deve essere applicato a tutto.

 

Scritto da: Gertraud Bacher 

 

E tu, migliorare continuamente lo Smart Working che hai implementato in azienda?

Se vuoi, attraverso le nostre Smart Working Solutions, possiamo supportarti nello sviluppo di un Smart Kaizen Working!

 Voglio saperne di più!

 

Bibliografia
Imai, M. (2015).  Gemba Kaizen, Franco Angeli, Milano.

 

CONSULTA IL CALENDARIO CORSI 2021