L’affascinante mondo della Ricerca & Selezione visto da entrambe le prospettive: Recruiter VS Candidato!

Oggi vi proponiamo il quinto “siparietto” relativo al processo di selezione: IL (PRE) COLLOQUIO! 

Uno stesso evento può assumere significati diversi, a seconda del punto di vista dal quale lo si osserva. Ad esempio: arrivare con largo anticipo ad un appuntamento è sintomo di ansia o indica che una persona è previdente?

Ecco alcuni suggerimenti e consigli, per il Recruiter e per il Candidato, per ridurre al minimo la probabilità di incorrere in errori di valutazione!

 Le Pillole di ASAP Il pre colloquio 1
 Le Pillole di ASAP Il pre colloquio 2
 Le Pillole di ASAP Il pre colloquio 3

 

 

Suggerimenti per il Recruiter

Se il candidato arriva al colloquio con troppo anticipo, potrebbe essere indice di ansia; altresì, un’eccessiva puntualità, potrebbe evidenziare una tendenza a ridursi all’ultimo minuto.

Tuttavia evita di attribuire al candidato un’etichetta (positiva o negativa che sia); piuttosto raccogli questa informazione e trattala come un semplice indizio, che andrà poi verificato durante il colloquio!

A quel punto, una somma di indizi potrebbe costituire, o meno, una prova.

Regola d’oro: mai partire prevenuti!

 

Suggerimenti per il Candidato

Se ti accorgi di essere arrivato a un colloquio con largo anticipo, piuttosto vai in un bar a berti qualcosa.

Non ridurti però nemmeno all'ultimo minuto (p.e. la reception, prima di annunciarti, potrebbe dover registrare il tuo ingresso... e ciò richiede del tempo)

Se invece, nonostante tu abbia pianificato il viaggio alla perfezione, ti capita un imprevisto che potrebbe comportare un ritardo... chiama per tempo il Recruiter per avvisarlo di tale eventualità!

Regola d’oro: 10 minuti sono il giusto anticipo!

 

 

Vuoi scoprire come gestire al meglio il "fatidico" incontro?

Allora non perderti la prossima pillola su "Il Colloquio"!

 

 

#ASAPsrl #hrlife #hr #growtogether #hiring #recruitment #recruiting #work #job #jobs #career #lepillolediasap