E’ giunta l’ora del colloquio! Al via il fatidico incontro: Recruiter VS Candidato

Qual è il modo migliore per gestire il colloquio di lavoro?

Ecco alcuni suggerimenti e consigli...

Il colloquio

Il colloquio 2 

Suggerimenti per il Recruiter

Se il candidato è visibilmente teso, cerca di metterlo a suo agio (a meno che tu non voglia condurre una Stress Interview): p.e. offrigli un bicchiere d’acqua e dedica un paio di minuti ad argomenti di conversazione. Così facendo lo metterai nella condizione di esprimersi al meglio e di fornirti tutte le informazioni di cui necessiti.

Se invece ti trovi di fronte un candidato arrogante/disinteressato, non farti assoggettare o, viceversa, non adottare il medesimo atteggiamento aggressivo. Rimani professionale... e annota tutto!

Se il candidato si tiene vago nelle sue risposte, tu continua a fare domande, riformulandole e/o rendendole più specifiche, finché non ottieni le risposte dettagliate che desideri. Se il candidato continua comunque a rimanere vago potrebbe essere che:

  1. Sottovaluti l’interlocutore;
  2. Non abbia molta esperienza su quelle attività;
  3. Non si vuoglia esporre.

Ricorda infine che sei un Recruiter, non uno/a insegnante! Il tuo compito è di verificare l’idoneità del candidato, senza denigrarlo o dargli lezioni di vita!

Suggerimenti per il Candidato

Se il Recruiter adotta un atteggiamento provocatorio, potrebbe essere voluto (Stress Interview). Sebbene non sia facile, cerca comunque di mantenere la calma e di non cadere nella trappola!

Non farti prendere dall'ansia di “dover dare la risposta giusta”; rischi di risultare poco spontaneo e, di conseguenza, potresti sortire l’effetto contrario!

Consiglio? Sii te stesso, mostrati cortese e professionale!

Non c’è bisogno di essere né servili né aggressivi per dimostrare il proprio valore!

Non dare per scontato che il selezionatore non ne capisca molto del tuo lavoro! Pertanto non partire con supponenza, ma esponi i concetti in modo chiaro e comprensibile, utilizzando tecnicismi ove opportuno. In fondo, anche nel lavoro bisogna sapersi relazionare con interlocutori con differenti conoscenze tecniche.

Per supportare e dare enfasi alle tue affermazioni:

  1. Fornisci esempi e casi concreti;
  2. Cerca di essere esaustivo, senza però diventare eccessivamente prolisso.

0Domandare è lecito, rispondere è cortesia...

E poi, dopo tutto, si tratta di un colloquio di lavoro... tuttavia, non tutte le domande sono opportune in termini di forma e/o di contenuti.

Ma allora: Come chiedere, cosa chiedere e cosa evitare di chiedere?

Suggerimenti per il Recruiter

Come chiedere?

Evita domande multiple, tendenziose, chiuse o che influenzino già la risposta del candidato

Cosa chiedere?

Percorso professionale (approfondendo attività, ruoli, responsabilità, cambiamenti ed eventuali “buchi” temporali); motivazione al cambiamento; interesse verso la posizione; aspettative; casi concreti e ipotetici, per valutare specifiche potenzialità/abilità/competenze; dati contrattuali

Cosa evitare di chiedere?

Orientamento sessuale, religioso e politico; se appartenente alle categorie protette, non entrare nel dettaglio della sua invalidità, a meno che non sia il candidato a volerne parlare; aspetti di vita extra lavorativa riguardanti la sfera privata (a meno che non si tratti di hobby)

Suggerimenti per il Candidato

Come chiedere?

Dare sempre del “Lei” al selezionatore e porre in modo chiaro le eventuali domande

Cosa chiedere?

Ulteriori specifiche, riformulando le domande, qualora non fossero chiare; informazioni in merito alla posizione e all'azienda; possibilità di formazione e crescita professionale; informazioni in merito all'iter selettivo (tempistiche e modalità)

Cosa evitare di chiedere?

Domande legate alla vita privata del Recruiter; “Ma perché mi fa queste domande? Non capisco dove vuole arrivare!”; “Sto andando bene?”; “Mi può già dire come è andato il colloquio?”

N.B. Fare domande sull'aspetto economico non è di per sé sbagliato... attenzione però a modi e tempi!

Vuoi scoprire come gestire al meglio la fase sucessiva?

Allora non perderti la pillola di martedì prossimo su "Il (post) Colloquio"!

#ASAPsrl #hrlife #hr #growtogether #hiring #recruitment #recruiting #work #job #jobs #career #lepillolediasap