Quando interagiamo tra di noi, mettiamo in gioco la nostra diversità. Come garantire quindi processi aziendali uguali e inclusivi per tutti?

Scopri il progetto di ricerca internazionale che stiamo portando avanti!

 

Insieme all'Università di Tampere e EuroAgeism stiamo portando avanti un progetto di ricerca internazionale finalizzato a studiare le interazioni sociali sul posto di lavoro e a definire le best practices di diversità e inclusione.

 

L’impatto che il cambio generazionale ha sul mondo lavorativo rende necessario lo sviluppo di politiche inclusive!

 

Attraverso la ricerca ci focalizzeremo sull’effetto che questo cambiamento ha sulle interazioni sociali e sulla comunicazione durante gli incontri formali in contesti lavorativi.

Le interazioni sociali sono uno dei punti che rimangono cruciali all'interno del contesto lavorativo perché attraverso di essi si costruiscono le relazioni, la cultura organizzativa e i processi efficaci. Questi processi seguono linee guida strutturate e l'analisi delle interazioni permette, appunto, di vedere come le persone traducono questa struttura in azione.  

 

Scarica la brochure: Interazioni Sociali al lavoro 

 

 

Quali sono i nostri obiettivi?

  1. Analizzare come età, genere, provenienza, ruolo lavorativo influenzano le interazioni sociali nel contesto di processi di selezione del personale
  2. Analizzare come i lavoratori traducono in azione le linee guida e la formazione che hanno ricevuto rispetto alla struttura degli incontri
  3. Definire best practices per la selezione del personale aziendale e pratiche inclusive

 

Come raccoglieremo i dati?

La raccolta dei dati avverà all’interno dei nostri uffici di Milano.

Il metodo è la video-registrazione delle interviste di selezione. Nello specifico, due video-camere verranno disposte nella stanza dove avvengono gli incontri, prima che essi inizino.

 

Come garantiremo la privacy?

La partecipazione è completamente volontaria e le persone possono decidere di ritirarsi dallo studio quando vogliono.

Coloro che decidono di partecipare dovranno firmare un consenso informato.

La ricerca è volta all’analisi dei processi di interazione sociale e non è rivolta a giudicare le persone o avere un impatto sul processo di valutazione.

I dipendenti non avranno accesso ai dati, se non dopo che essi vengano resi anonimi.

I dati verranno custoditi dalla ricercatrice di riferimento, la Dott.ssa Federica Previtali, presso l’Università di Tampere.

 

Chi ci sta supportando?

Il progetto è sostenuto dal fondo “Horizon 2020” dell’Unione Europea e dal “Innovation programme Marie Skłodowska-Curie grant agreement No 764632”.

 

 

Guarda le foto del brief di allineamento! 

Social Interactions at work 1
Social Interactions at work 2
Social Interactions at work 3