Psicologia del Lavoro

 

“If four things are followed -having a great aim, acquiring knowledge, hard work and perseverance- than anything can be achieved!”

 

Operare come libero professionista, in un contesto dinamico e competitivo come quello attuale, è una decisione molto importante, molto impegnativa e molto sfidante... motivo per cui non può essere un qualcosa di improvvisato!
Conoscere le caratteristiche del mercato a cui ci si rivolge, avere ben chiara la propria mission e la propria value proposition, avere un network di qualità, etc. sono solo alcuni degli elementi alla base di un buon progetto imprenditoriale!

Ma nel concreto? Come sviluppare un progetto di business nell'era 5.0?

 

“Coming together is a beginning,
keeping together is progress,
working together is success”

 

Collaborazione, comunicazione, confronto, creatività, cambiamento, etc… la ricetta per restare competitivi nel mercato attuale ormai la conosciamo tutti.
E allora perché è così difficile seguirla?
Certo tra obiettivi sempre più sfidanti, scadenze sempre più stringenti e richieste del mercato sempre più “pressanti”, perdere il focus è un attimo!

E allora come essere performanti nell’azienda 5.0?

 

“Non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione la prima volta”

 

Che tu sia candidato o recruiter, avere a che fare con un processo di selezione -ormai sempre più digital- è tutt’altro che semplice… job post, social cv, gamification, etc. sono solo alcune fasi da dover gestire!

Come sopravvivere al processo di selezione 5.0?

 

“It’s your reaction to adversity, not adversity itself that determines how your life’s story will develop”

 

Nella pillola di ASAP di Martedì su “La gestione della crisi”, abbiamo visto come il nostro Mario, assumendo un atteggiamento “duro”, non sia stato in grado di valutare adeguatamente la situazione -ovvero cogliere i segnali di cambiamento che il mercato gli stava lanciando- verificare se fosse o meno in possesso delle risorse necessarie per far fronte al “nuovo contesto” e individuare l’azione più giusta da intraprendere.

Questa sua incapacità di reagire adeguatamente ha fatto sì che un evento stressante e ricco di tensioni, ma potenzialmente recuperabile -come quello legato al calo di lavoro- si trasformasse in una vera e propria crisi, portando alla chiusura dell’azienda stessa!

Cosa avrebbe potuto fare?